Categoria: Salute

Cos’è il Glutine, quali danni provoca e quali alimenti lo contengono

Negli ultimi anni avrai molto sentito parlare del Glutine, vediamo esattamente cos’è il glutine, quali danni provoca e quali alimenti lo contengono. C’è innanzitutto da dire che si tratta di una componente proteica presente in alcuni cereali tra cui il frumento, il grano, il farro, la segale, l’orzo ed alcuni altri.

Essendo presente in numerosi cereali di conseguenza è presente in tutti quegli alimenti che da questi cereali derivano: pasta, pane, farina, biscotti, dolci, pizza, crackers, grissini ecc. in generale in tutti i prodotti da forno non realizzati con specifiche farine senza glutine. Oltre alla presenza del glutine stesso bisogna prestare attenzione alla alle fasi di lavorazione e cottura degli alimenti, che se anche “privi di glutine” alcuni potrebbero essere realizzati in stabilimenti che preparano anche prodotti contenenti glutine e quindi subire delle piccole contaminazioni.

Cos’è la Celiachia e come si Diagnositica? (Sintomi e Analisi)

La Celiachia consiste in una infiammazione di tipo cronico dell’intestino tenue, che viene scatenata quando un individuo geneticamente predisposto ingerisce del glutine. Si tratta di una vera e propria reazione immunitaria che si verifica quando viene ingerito del glutine, sostanza presente in numerosi cereali. Come conseguenza dell’infiammazione vengono danneggiate le pareti che rivestono l’intestino con la conseguenza di ostacolare l’assorbimento di alcuni nutrienti essenziali.

celiachia

celiachia

La celiachia è causata dalla reazione alla gliadina, una particolare proteina contenuti nel glutine, il quale si trova nel grano, orzo, segale ed altri cereali. Quando le pareti dell’intestino vengono in contatto con la gliadina avviene una reazione infiammatoria che porta alla riduzione dei villi intestinali dell’intestino tenue fino ad arrivare alla loro scomparsa con il passare del tempo, causando seri problemi di assorbimento delle sostanze nutritive dai cibi ingeriti.

Cereali Senza Glutine: Quali Sono?

Sei hai deciso per scelta o necessità di mangiare senza glutine è molto importente che tu conosca i cereali che puoi mangiare e che non contengono tale sostanza. Esistono infatti in natura una varietà di cereali che naturalmente sono privi di glutine, tra cui i più conosciuti sono: riso, mail, miglio, amaranto, grano saraceno, quinoa, teff, sorgo e manioca. Tra questi è importante fare una distizinzione tra quelli che effettivamente sono dei cereali, come il riso, mais, miglio e sorgo e quelli che invece vengono definiti pseudocereali: grano saraceno, amaranto e quinoa che in realtà non appartengono alla famiglia dei cereali ma che ad essa sono assimiliati per la simile composizione. Scopriamoli nel dettaglio.

Cos’è l’Intolleranza al Glutine? Sintomi e Test

Sensibilità ed Intolleranza al glutine sono un aspetto diverso rispetto alla Celiachia. Viene molto spesso infatti definita come “sensibilità al glutine non celiaca” e si tratta di una intolleranza molto più comune della celiachia. Chi soffre di intolleranza al glutine può avere alcuni sintomi simili a quelli delle persone celiache senza però soffrire di celiachia o allergia al grano. Intolleranza ed allergia infatti sono due concetti differenti tra loro. Quando parliamo di celiachia infatti intendiamo un’infiammazione cronica dell’intestino che si scatena in caso di ingestione di alimenti contenenti il glutine nelle persone che sono geneticamente predisposte. La Sensibilità al glutine risulta essere piiù comune rispetto alla celiachiam a per entrambe si tratta di una risposta autoimmune che crea infiammazione nel nostro corpo.

Sensibilità al Glutine non Celiaca

La sensibilità si manifesta invece come una reazione all’introduzione di cibi contenenti glutine della dieta, ma non è causata da celiachia o allergia al grano. Questo tipo di intolleranza può manifestarsi anche all’improvviso ed a qualsiasi età ed i suoi sintomi si possono manifestare alcune ore dopo l’ingerimento del cibo. Alcuni dei sintomi più comuni in caso di sensibilità sono il dolore e gonfiore addominale, cefalea, vomito, dolore articolare e muscolare, diarra, stanchezza, formicolio e difficoltà di concentrazione. Tali sintomi si manifestano dopo l’assunzione di cibi contenenti glutine.