Farina di Mais: Caratteristiche, Proprietà e Principali Ricette per Pietanze Senza Glutine

L’ingestione di glutine, da parte di soggetti intolleranti, scatena l’infiammazione cronica dell’intestino tenue; questa condizione prende il nome di malattia celiaca o celiachia. La sintomatologia associata è estremamente variabile e comprende:

  • dissenteria;
  • stipsi;
  •  perdita di peso legata a malassorbimento;
  • gonfiore e dolore addominale;
  •  nausea ed emesi;
  •  senso di ripienezza gastrica.

Queste manifestazioni non sono associate al contatto epidermico con il complesso proteico, ma alla sua assunzione per via orale. Se sei affetto da tale patologia devi, quindi, eliminare dal tuo regime alimentare tutti quei cereali che contengono il glutine (frumento, segale, orzo, avena, farro, kamut, ecc…). Tra i cibi consentiti vi sono, invece, quelli che annoverano tra i propri ingredienti la farina di mais, di cui presentiamo ora le principali caratteristiche e proprietà.

Caratteristiche e proprietà della farina di mais

La farina di mais si ottiene a partire dalla raffinatura del cereale Zea mays, ma non deve essere confusa con la maizena o amido di mais; a seconda del grado di macinatura del chicco si ottengono, inoltre, farine più o meno fini. Si contraddistingue per il suo colore giallo, è priva di glutine e viene usata in moltissime preparazioni di cui la più famosa è certamente la polenta. Un etto di farina di mais contiene circa 362 Kcal e i suoi componenti sono molteplici:

  • 12% circa di acqua: il prodotto si presenta, perciò, secco e deve essere lavorato con l’acqua per una successiva consumazione.
  • – 9,2% di proteine: è una delle farine con più scarso contenuto proteico, presenta una bassa percentuale di gliadina (proteina componente del glutine) e, per questo motivo, può essere inserita nelle diete dei soggetti celiaci.
  • 75% di carboidrati: è, perciò, uno dei cereali più nutrienti e calorici.
  • 2,7% di lipidi.
  • Sodio (Na).
  • Potassio (K).
  • Ferro (Fe).
  • Calcio (Ca).
  • Fosforo (P).
  • Vitamina A.
  • Vitamina E.
  • Vitamine del gruppo B (Tiamina o B1, Riboflavina o B2, Niacina o B3).

Questo alimento, facilmente reperibile durante tutto l’anno, è molto economico, conferisce energia all’organismo e possiede un elevato potere saziante. Il contenuto in fibre è, però, scarso (3 grammi ogni 100 di prodotto) e lo stesso si può dire per l’apporto, fornito, di vitamine e sali.

mais

mais

Cosa si può preparare con la farina di mais?

La farina di mais è un ingrediente estremamente versatile: può, infatti, essere impiegata per preparare diverse pietanze e, oggi, desideriamo suggerirti un esempio di menù completo. La zuppa di mais è un ottimo primo piatto, specie nella stagione fredda, a base di acqua (o brodo vegetale), chicchi di mais precedentemente cotti al vapore, sapori (carota, cipolla e sedano) e cavolo di tritato. A cottura ultimata aggiungi un cucchiaio di farina di mais, per addensare, e servi calda.

La crocchette di patate sono un secondo perfetto e puoi accompagnarle con un contorno di insalata e pomodori. Ti occorrono 3 patate bollite, 4 cucchiai di farina di mais, succo di limone, curcuma, zenzero, sapori a piacere, sale e pepe. Amalgama il tutto e cuoci in forno o in padella, con olio extravergine di oliva, fino a completa doratura. Chiudi, quindi, in bellezza e prepara le golosissime frittelle di banane; ti servono 2 banane, 7 cucchiai di farina di mais e di riso, sesamo, cannella, zucchero di canna, un pizzico di sale, acqua e olio per friggere. Fai una pastella dalla consistenza densa e lasciala riposare, in frigo, per almeno un’ora. Taglia, nel frattempo, la frutta a rondelle, abbastanza spesse, e dopo averle passate nel composto, ben freddo, friggile in olio abbondante.

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.